Farinelli - Estasi in canto

Immagine: 
20/11 - 21/11/2009
Museo dell'Ara Pacis,
Museo dell'Ara Pacis

Spettacolo interdisciplinare ideato da Anna Cuocolo e da Vega de Martini.

“Farinelli Estasi in Canto” già messo in scena al Museo degli Strumenti Musicali a Roma, al Teatro di Corte della Reggia di Caserta, al Museo Reale Accademia di San Fernando a Madrid, si ripropone oggi nella prestigiosa sede del Museo dell'Ara Pacis.

L'insigne monumento ara sacrificale che evoca il Divino diventa triplice simbolo di Farinelli: del suo stato di essere “modificato”, angelo più che uomo reale, vittima della brutale pratica della castrazione che è mutilazione dell'anima prima che del corpo, del suo essere consacrato al mondo come divinità e ancora, scenografia d'eccezione, l'Ara Pacis che evoca quelle che facevano da sfondo alle tante opere messe in scena dallo stesso Farinelli su libretto di Pietro Metastasio (Didone abbandonata, Catone in Ustica, Semiramide, Alessandro nelle Indie... .)

Farinelli Estasi in Canto è uno spettacolo interdisciplinare ideato da Anna Cuocolo e dallo storico dell'arte Vega de Martini con i costumi e l'allestimento scenico di Alberto Spiazzi. Per la prima volta lo spettacolo verrà rivisitato dal visual director Paolo Miccichè che ne amplierà le emozioni coniugando le immagini virtuali con al spazialità architettonica.

Ad interpretare con la danza gli stadi d'animo di Farinelli l'etoile internazionale Giuseppe Picone e con il canto Il contraltista Antonio Giovannini.

La figura di Farinelli nel segno del Barocco più sfrenato, assume una forte valenza metaforica, diventa passaggio dallo stadio umano a quello sovrumano di una iniziatica sublimazione spirituale che il momento danza, insieme al momento musicale e teatrale con la regia e coreografia di Anna Cuocolo, vuole mettere i rilievo.

Passioni e stati d'animo evocati in una ricostruzione scenica che si ispira alla pittura del seicento e settecento napoletana e spagnola. Luci taglienti, forti contrasti tra toni caldi e freddi, ma anche tessuti preziosi, effetti di velluto, di sete e di rasi.”La scelta delle musiche si informa a criteri di ricercata etereogeneità, attingendo a un vasto campionario di espressioni e suggestioni utili a restituire, anzitutto sul piano evocativo ed emozionale, la complessa individualità del personaggio Farinelli: da un lato umori e splendori della temperie tardo barocca con la sua teatralità vistosa, i suoi eccessi, i suoi disincanti, le sue “relazioni pericolose”, dall'altro il richiamo alla terra di origine, la ricerca delle radici, il legame con quella cultura napoletana densa di stratificazioni nobili e popolari al tempo stesso.

Alle musiche di Haendel, Hasse, Pergolesi, Scarlatti, Broschi, affidate ad interpreti dal vivo con strumenti d'epoca e voci stilisticamente adeguate, propone il soggetto nella sua effettiva storicità, mentre attraverso le splendide musiche- su nastro magnetico- di un grande napoletano di oggi, Sergio Rendine, intende trasferire la figura di Farinelli nella dimensione attuale, proiettandola fuori dal tempo in cui visse.

Informazioni

Luogo
Museo dell'Ara Pacis
, Museo dell'Ara Pacis
Orario

ore 21.30

Biglietto d'ingresso

€ 20,00 in biglietteria - € 22,00 con prenotazione

Informazioni

060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00

Orario biglietteria: a partire dalle ore 20.00 dei giorni di spettacolo.
Per la gestione prenotazioni la disponibilità dei biglietti è di n° 50 posti per serata più una lista d’attesa.
Acquisto dei biglietti sul posto a partire dalle ore 20.00 nei giorni di spettacolo.

Tipo
Evento|Concerto
Prenotazione obbligatoria:
Sito Web
Organizzazione
Produzione VisualClassics- Ravenna/Parigi
20091003
41534
Musei in Comune
03/10 - 26/11/2009
Evento|Manifestazioni

Eventi correlati

Non ci sono attività in corso.
Non ci sono attività in programma.
Non ci sono attività in archivio.